Top Player

stati_uniti_d_america
Bradley M.

CEN Michael Sheehan Bradley Toronto Fc Stati Uniti

Data di nascita: 31/07/1987

Luogo di nascita: PRINCETON, CA (USA)

Peso: 84 Kg

Altezza: 186 cm

Squadra di Club: Toronto Fc

Esordio: 18/09/2011 a 24 anni
PARMA-CHIEVO 2-1

Presenze: 76

Gol: 3

Esordio in nazionale: 26/05/2006 a 18 anni
STATI UNITI-VENEZUELA 2-0

Presenze in nazionale: 89

Gol: 12

La Storia

Non ha ancora compiuto 27 anni, ma Michael Bradley sembra già aver iniziato una seconda carriera: dopo 7 anni e mezzo spesi ad alto livello in giro per l´Europa, e spesso giocando con buona qualità, ha deciso di tornare nella MLS accettando l´offerta del Toronto FC.
Il cammino di Bradley nel calcio che conta inizia dall´infanzia: il padre Bob allena prima a Princeton e poi i Chicago Fire della MLS, quindi il piccolo Michael cresce a pane e pallone.
Fin da subito si distingue come uno dei migliori prospetti statunitensi, tanto da trasferirsi in Florida, nel centro tecnico federale per lo sviluppo dei giocatori under 17.
Nel 2004 poi debutta nel calcio professionistico con i MetroStars di New York, prima di partire per l´Europa.
A 18 anni sbarca all´Heerenveen, dove rimane fino al 2008: in Olanda si mette in luce e si guadagna la prima convocazione in nazionale, dove il padre Bob è diventato commissario tecnico, esordendo nel marzo 2007 contro il Guatemala.
Dopo la parentesi olandese passa al Borussia Moenchengladbach e anche qui si fa notare per costanza e affidabilità, diventa un pilastro dei tedeschi e resta con loro per tre stagioni.
In quel periodo prende anche parte a Confederations Cup e Mondiali in Sudafrica, arrivando a un passo dalla vittoria nella prima e uscendo agli ottavi nei secondi.
Nel gennaio 2011 vola senza fortuna all´Aston Villa e quindi a giugno è di nuovo sul mercato: ne approfitta il Chievo che lo ingaggia in extremis.
Il suo campionato è tanto buono da far arrivare la chiamata della Roma.
La stagione non è delle migliori, ma lo statunitense è uno dei più presenti con Zeman prima e Andreazzoli poi.
L´anno seguente nella capitale arriva Rudi Garcia e le cose cambiano.
Poco spazio e l´offerta del Toronto lo convincono a volare in Canada.
Ora è chiamato a confermare gli ottimi risultati del Mondiale di quattro anni fa, per provare a trascinare gli Stati Uniti fino ad eguagliare lo storico traguardo dei quarti di finale raggiunti nel 2002.

Statistiche giocatore

Tiri totali

Gol

Posizione gol

Posizione tiri

Falli fatti e subiti

Falli fatti

Cartellini gialli/rossi

Dribbling

Cross

Palle perse e recuperate

Assist

Occasioni da rete

Corner

Media reti partita

Media reti minuti giocati

Cartellini gialli/rossi

Gol

Media reti partita

Media reti minuti giocati

Edizioni disputate

Edizioni vinte

Confronto giocatori